OLIMPIADI DEL PATRIMONIO 2017

28/04/2017

Liceo ‘E. Quirino Visconti’ (Roma), Aula Magna

Olimpiadi del patrimonio 2017

OLIMPIADI DEL PATRIMONIO 2017

1917 Guerra, Rivoluzione, Avanguardie - 2017 Italia da salvare

  

Il prossimo 3 maggio presso l’Aula Magna del Liceo ‘E. Quirino Visconti’, a Roma avrà luogo la giornata finale della XII edizione delle Olimpiadi del Patrimonio, 1917 Guerra, Rivoluzione, Avanguardie - 2017 Italia da salvare, che nella fase delle selezioni regionali ha coinvolto anche Archivi e Biblioteche ai sensi del protocollo d’intesa tra la Direzione Generale Educazione e Ricerca e ANISA.  

 

II tema

In occasione del centenario della I Guerra Mondiale, ANISA ha scelto di dedicare questa edizione delle Olimpiadi al 1917, l'anno più drammatico della Grande Guerra. In aprile gli Stati Uniti   intervengono nel conflitto; il 24 ottobre il nostro esercito viene travolto nella battaglia di Caporetto dagli eserciti austriaci e tedeschi; circa 500.000 profughi civili dal Friuli e dal Veneto abbandonano città e campagne occupate dagli austriaci e fuggono verso sud. Quasi contemporaneamente scoppia in Russia la Rivoluzione di ottobre.

Nonostante ciò il 1917 è un anno particolarmente fervido per i movimenti di avanguardia artistica: nei paesi travolti dal conflitto non si interrompe il percorso di creazione e sperimentazione di nuovi linguaggi artistici.  Gli incontri e gli scambi non conoscono interruzioni.

Gli studenti sono stati chiamati ad approfondire lo studio intorno ad alcuni dei movimenti che più hanno interagito con la cultura figurativa del nostro paese.    Ancora una volta si propone   un percorso trasversale dalla storia alla storia dell'arte, alla danza, alla musica, che vuole dimostrare come neanche la guerra riesca a spegnere il desiderio di creare, progettare, sognare nuove dimensioni espressive e poetiche: da Mosca con il nuovo ruolo delle avanguardie, a Ferrara con la sua stagione metafisica, a Roma con l’indimenticabile stagione dei Balletti Russi che vedono Picasso, Cocteau, Strawinskj, Larionov e la Gontcharova  Balla e Depero in una collaborazione senza precedenti per il nostro Paese.      

A distanza di cento anni il 2017 ripropone un analogo scenario di distruzione causato da eventi naturali. Il recente disastroso terremoto ad un secolo dalla rovinosa sconfitta di Caporetto ancora una volta ci fa assistere ad eventi di distruzione, popolazioni in fuga, profughi senza casa, chiese, palazzi storici, opere d'arte in rovina.

L’approfondimento è rivolto, in questo caso, alla fragilità del nostro territorio e del nostro straordinario patrimonio culturale. Prendere coscienza della ricchezza artistica e paesaggistica del nostro paese è un percorso di educazione alla cittadinanza che in questi momenti di crisi rafforza l'identità civile e culturale dei giovani.

Olimpiadi del patrimonio 2017_Biblioteca Nazionale di BariOlimpiadi del patrimonio 2017_Caserta  Visita al laboratorio di restauro della Reggia

La competizione

L’iniziativa, è rivolta agli studenti delle scuole secondarie superiori nell’ambito delle discipline letterarie, storiche, storico-artistiche e artistiche o trasversalmente con altre discipline curriculari.

Gli 85 istituti che hanno partecipato a questa edizione delle Olimpiadi hanno effettuato la selezione degli studenti che il 6 marzo 2017 hanno preso parte alle selezioni regionali.

Le competizioni si sono svolte presso Scuole, Musei, Archivi e Biblioteche.

Dopo la prova i ragazzi hanno potuto partecipare a delle visite guidate presso:  

-          Torino, Accademia Albertina

-          Milano, Sant’Ambrogio

-          Treviso, Archivio di Stato

-          Rovereto, Museo della Guerra

-          Roma, MAXXI

-          Caserta, Laboratorio di Restauro della Reggia

-          Bari, Biblioteca Nazionale

-          Cosenza, Archivio di Stato

-          Catanzaro, Biblioteca De Nobili 

Hanno partecipato complessivamente circa 4000 studenti, di questi 250 - provenienti da 15 differenti città (Torino, Milano, Treviso, Rovereto, Firenze, Ancona, Spoleto, Roma, Caserta, Pescara, Bari, Catanzaro, Cosenza, Palermo, Catania) - hanno affrontato le selezioni regionali. In questa fase gli studenti del Liceo Scientifico ‘Lioy’ di Vicenza hanno ottenuto il punteggio più alto, mentre la regione che ha conseguito i risultati migliori è il Molise.

Olimpiadi del patrimonio 2017_Torino Accademia Albertina selezioni regionali
Olimpiadi del patrimonio 2017_Torino Accademia Albertina selezioni regionali_2

La prova finale

Le squadre prime classificate in ogni regione predispongono un elaborato, esito del lavoro di ricerca e documentazione intorno al tema prescelto per questa edizione delle Olimpiadi che sarà sottoposto all’esame di una giuria, appositamente nominata, nel corso della giornata finale prevista per il prossimo 3 maggio.

Documenti da scaricare